Comune di Borgo San Dalmazzo

Ti trovi in: Informazioni > Regolamenti > Accesso atti amministrativi


Regolamenti:
Attribuzione delle indennità per specifiche responsabilità

Articolo 1 - Finalità
Articolo 2 - Applicabilità dell'art. 17, c.2. lett. f) CCNL 1/4/1999
Articolo 3 - Applicabilità dell'art. 17, c. 2 lett. i), CCNL 1/4/1999
Articolo 4 - Finanziamento delle posizioni di responsabilità
Articolo 5 - Concorrenzialità del trattamento economico
Articolo 6 - Criteri ed importi economici per l'attribuzione delle responsabilità indicate all'art. 17, c. 2. lett. f), CCNL 1/04/1999
Articolo 7 - Compensi per le responsabilità indicate all'art. 17, c.2, lett i), CCNL 1/4/1999
Articolo 8 - Criteri per l'individuazione delle posizioni di responsabilità
Articolo 9 - Criteri per la corresponsione delle indennità
Articolo 10 - Entrata in vigore

 

Articolo 1 - Finalità
1. II presente regolamento, in attuazione degli artt. 17 lett. f) e lett. i), CCNL del 1/4/1999 e art. 36 CCNL 22 .1.2004, disciplina il compenso per specifiche responsabilità ed in particolare:
a) per l’eventuale esercizio di compiti che comportano specifiche responsabilità da parte del personale delle categorie B e C quando non trovi applicazione la speciale disciplina di cui all’art. 11, comma 3, del CCNL del 31.3.1999;
b) per specifiche responsabilità affidate al personale della categoria D, che non risulti incaricato di funzioni dell'area delle posizioni organizzative e di alta professionalità;
c) per le specifiche responsabilità del personale delle categorie B, C e D al quale sono attribuite con atto formale le qualifiche di ufficiale di stato civile, ufficiale di anagrafe ed ufficiale elettorale nonché di responsabile dei tributi stabilite dalle leggi; per compiti di responsabilità eventualmente affidati agli archivisti informatici, nonché agli addetti agli uffici per le relazioni con il pubblico ed ai formatori professionali; per funzioni di ufficiale giudiziario attribuite ai messi notificatori; per specifiche responsabilità affidate al personale addetto ai servizi di protezione civile.
2. II presente regolamento non trova comunque attuazione per l’esercizio di quei compiti o funzioni che costituiscono naturale esplicazione della propria attività lavorativa. Non trova applicazione inoltre per le figure apicali dell'Ente titolari di posizioni organizzative.

sali ad inizio pagina

Articolo 2 - Applicabilità dell'art.17, c. 2 lett. f) CCNL 1/4/1999
1. I dipendenti appartenenti alle categorie B, C e D possono ricevere il compenso per specifiche responsabilità in presenza di atto formale che vada a remunerare incarichi che segnino l'attribuzione di responsabilità che siano effettivamente aggiuntive rispetto a quelle previste dalla declaratoria.
2. La dizione “specifiche responsabilità” non coincide con la dizione "responsabilità del procedimento", atteso che per i dipendenti appartenenti alle categorie C e D lo svolgimento di questa attività è strettamente collegata al contenuto della declaratoria professionale ovvero costituisce il normale oggetto delle loro attività e non comporta compiti aggiuntivi.

3. L'erogazione di questa indennità è quindi limitata a specifiche e complesse responsabilità di procedimento, non propriamente ascrivibili alla categoria di appartenenza, ma comunque non riconducibili come superiori perché prive delle caratteristiche di prevalenza previste dall'art. 52 del D. Lgs. n. 165/2001.
4. All'interno di dette ulteriori responsabilità viene fatta una graduazione del compenso in relazione all’ampiezza dell'incarico.
sali ad inizio pagina

 

Articolo 3 - Applicabilità dell'art.17, c. 2 lett. i), CCNL 1/4/1999
1. Le specifiche responsabilità del personale delle categorie B, C e D sono attribuite con atto formale dell'Ente, derivanti dalle qualifiche di ufficiale di stato civile e anagrafe ed ufficiale elettorale, nonché di responsabile dei tributi stabilite dalle leggi; responsabilità affidate agli archivisti informatici, nonché agli addetti agli uffici per le relazioni con il pubblico ed ai formatori professionali; le funzioni di ufficiale giudiziario attribuite ai messi notificatori nonché le specifiche responsabilità affidate al personale addetto ai servizi di protezione civile.

sali ad inizio pagina

Articolo 4- Finanziamento delle posizioni di responsabilità
1. L’individuazione degli oneri relativi al finanziamento delle indennità delle posizioni che comportino specifiche responsabilità avviene in base ai limiti e criteri concordati in contrattazione decentrata integrativa
2. Le risorse economiche occorrenti al finanziamento del fondo sono quantificate di anno in anno in sede di Delegazione trattante e prelevate dalle disponibilità del fondo delle risorse decentrate costituito ai sensi dell'art. 15 del CCNL del 01.04.1999, come modificato ed integrato dall’art. 31 del CCNL del 22.01.2004.
3. Eventuali economie realizzate nell’anno di riferimento a valere sull’istituto qui regolamentato permangono nelle disponibilità del fondo delle risorse decentrate dell’anno medesimo
sali ad inizio pagina

Articolo 5 – Concorrenzialità del trattamento economico 1. II trattamento accessorio per le specifiche responsabilità di cui all'art. 17,comma 2, lett. f), del CCNL dell'l/4/1999 non è cumulabile con quello previsto dall'art. 36 , comma 2, del CCNL del 22/1/2004 se percepito per lo svolgimento della medesima mansione.
sali ad inizio pagina

Articolo 6 - Criteri ed importi economici per l’attribuzione delle responsabilità indicate all'art. 17, c. 2, lett. f), CCNL 1/4/1999
1. Le specifiche responsabilità sottoelencate sono affidate con atto formale di organizzazione, previo parere del Responsabile del Servizio Personale, ai dipendenti appartenenti alle D - C e B, che non risultino incaricati di posizione organizzativa:
a) responsabilità della direzione di un Ufficio, purché formalizzato nell’articolazione organizzativa dell'Ente;
b) Responsabilità di procedimento ai sensi degli artt, 4 e 5 della 241/90 relativamente a tutti i procedimenti di propria competenza, con relativi compiti istruttori previsti dall'ordinamento (proposte di delibere, determine, ecc.);
c) Responsabilità di procedimento ai sensi degli artt. 4 e 5 legge 241/90 con l’adozione dei provvedimenti finali aventi rilevanza esterna.
d) Coordinamento di operatori di categoria pari o inferiore (almeno 2 unita), anche se riferiti a personale che opera per conto dell'Ente;
e) Svolgimento di funzioni plurime afferenti più ambiti funzionali con attestazioni, certificazioni, comunicazioni verbali, autenticazioni, ed ogni altro atto costituente manifestazione di conoscenza;

2. Nell’ambito dello stanziamento annualmente concordato in sede di contrattazione decentrata per il finanziamento degli istituti disciplinati dal presente Regolamento, i relativi compensi annui sono così graduati:
-importo massimo previsto dai CCNNLL qualora il dipendente assommi tutte le responsabilità elencate al precedente comma.
-60 % dell’importo massimo qualora il dipendente assuma 4 delle 5 responsabilità elencate al precedente comma.
-40 % dell’importo massimo qualora il dipendente assuma 3 delle 5 responsabilità elencate al precedente comma.
3. L’assunzione di due, o meno, delle 5 responsabilità non determina l’assegnazione del compenso.
4. La responsabilità per l’esercizio delle funzioni di coordinamento e controllo di almeno 5 unità di personale comporta l’attribuzione del compenso massimo ridotto del 40 %.
5.In sede di verifica annuale delle risorse disponibili la presente individuazione di specifiche responsabilità potrà essere soggetta a revisioni ed integrazioni concordate tra le parti.

sali ad inizio pagina

Articolo 7 - Compensi per le responsabilità indicate all'art.17, c. 2, lett. i), CCNL 1/4/1999
1. II compenso di cui al precedente art. 3 è concesso nella misura massima stabilita dai CCNL, e va obbligatoriamente corrisposto, uno soltanto, al personale al quale con atto formale sia stata attribuita la qualifica di:
- Ufficiale di stato civile e anagrafe ed Ufficiale elettorale;
- Responsabile dei tributi;
- Responsabilità affidate agli archivisti informatici;
- Responsabilità agli addetti agli uffici per le relazioni con il pubblico;
- Formatori professionali ;
- Funzioni di ufficiale giudiziario attribuite ai messi notificatori;
- Responsabilità affidate al personale addetto ai servizi di protezione civile.
Il compenso di cui al presente articolo è cumulabile con quello dell’art.
6 a condizione che le responsabilità attengano alla gestione di Uffici diversi tra loro.

sali ad inizio pagina

Articolo 8 - Criteri per l’individuazione delle posizioni di responsabilità
Entro il mese di gennaio di ogni anno i Responsabili di Servizio compilano ed inviano al Segretario generale un prospetto contenente i nominativi dei lavoratori destinatari di incarico formalmente affidato ai sensi dell’art. 6, comma 1, indicando, per ciascuno, quali delle responsabilità elencate dalla lettera a) alla lettera e) sono state ad esso attribuite.
Il prospetto contiene anche i nominativi del personale e le qualifiche ad essi conferite ai sensi dell’art. 7.
Entro il 1° febbraio il Segretario Generale invia al Sindaco e alle RRSSUU il compendio di tutti i prospetti.

sali ad inizio pagina

Articolo 9 - Criteri per la corresponsione delle indennità 1. L'erogazione delle indennità è subordinata al concreto ed effettivo esercizio delle mansioni di responsabilità elencate all’art. 6, comma 1, con esclusione dei periodi di congedo parentale, di maternità obbligatoria e per periodi di malattia con le modalità indicate dalla Circolare DFP 17 .07.2008 n. 7, integrata con la Circolare 05.09.2008 n. 8, emanata in attuazione delle disposizioni dettate dall'art. 71 del Decreto legge n. 112 del 2008 convertito in legge n. 133/2008.

2. L‘assegnazione del compenso ha luogo annualmente entro il mese di febbraio dell’anno successivo, mediante determina del responsabile del Servizio Personale sulla base di certificazione resa da ciascuno dei Responsabili di Servizio attestante l’attività lavorativa svolta dai dipendenti contrassegnata dalle responsabilità ad essi attribuite, ed il suo effettivo esercizio. La determina è inviata alle RR.SS.UU.
sali ad inizio pagina

Articolo 10 - Entrata in vigore
Il presente regolamento entra in vigore il 1 settembre 2014.

sali ad inizio pagina torna all'elenco dei regolamenti

divisore