Comune di Borgo San Dalmazzo

Ti trovi in: Uffici e Servizi > Area Tecnica > Settore urbanistico > Barriere Architettoniche


Uffici e Servizi: AREA TECNICA

Edilizia privata e Urbanistica
Responsabile: Luciano Panizza
Staff: Orietta Bodino, Adriana Pesce
telefono 0171/754191 telefax 0171/754197
e-mail: urbanistica@comune.borgosandalmazzo.cn.it
orario di apertura al pubblico:
Segreteria Settore Urbanistico
dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,00
ed il martedì dalle ore 15,00 alle ore 17,00.
Responsabile del Servizio
tutti i giorni dalle ore 11,00 alle ore 13,00 escluso il mercoledì
via Roma, 74 - terzo piano

Abbattimento delle barriere architettoniche: contributo per interventi su edifici privati

Entro il 1° marzo di ogni anno le persone disabili (invalidità permanente) che sostengono direttamente spese per l'eliminazione delle barriere architettoniche, coloro che hanno a carico tali soggetti disabili ed i condomini ove risiedono disabili possono richiedere l'erogazione dei contributi di cui alla Legge 9 gennaio 1989, n.13.
Le domande possono, comunque, essere presentate in qualsiasi giorno successivo al 1° marzo; in tal caso rientreranno nel fabbisogno dell'anno successivo.

NON hanno diritto a richiedere il contributo le persone disabili che:
- risiedono in un alloggio o in un ediicio costruito dopo l'11 agosto 1989,
- presentano menomazioni e/o limitazioni funzionali temporanee,
- non hanno la residenza anagrafica nell'immobile oggetto di intervento,
- cambiano residenza dopo avere presentato domanda di contributo e prima di evere effettuato i lavori,
- hanno eseguito i lavori in data antecedente a quella di presentazione della domanda di contributo.



modulo di domanda file in formato pdf [41 Kb]
(da utilizzare per la richiesta di contributo da parte dell'esercente la potestà o tutela sul soggetto disabile)
modulo di domanda file in formato pdf [41 Kb]
(da utilizzare per la richiesta di contributo da parte del disabile)

tempistica: entro il 31 marzo di ogni anno le domande ammissibili vengono trasmesse alla Regione, che definisce la graduatoria degli aventi diritto; terminata la valutazione delle domande, il Comune dà notizia ai richiedenti, mediante lettera, sull'esito delle domande; i richiedenti hanno 30 giorni di tempo per poter presentare eventuali ricorsi al Comune. Quando il Comune ottiene la disponibilità dei fondi da parte della Regione, richiede all'interessato la fattura pagata relativa ai lavori svolti e verifica l'effettiva realizzazione dei lavori. Il contributo viene erogato solo dopo la consegna della fattura già pagata e dopo un sopralluogo.

costi: marca da bollo da apporre sul modulo di domanda.

torna all'elenco dei servizi

divisore